Ritucharya, la Routine stagionale. I consigli per ognuna delle 4 stagioni

PRIMAVERA DAL 21 MARZO AL 21 GIUGNO

La primavera è dominata dagli elementi Acqua e Fuoco.

L’inizio della primavera è più dominato da Kapha. Durante il giorno, soprattutto la mattina presto, Kapha predomina portando rugiada, aumento della congestione nella gola, lentezza.

La tarda primavera invece è più dominata da Pitta; durante il giorno il sole scalda la terra e porta la crescita della sensazione di fame e desiderio, con aumento del calore e di possibili conseguenti eruzioni cutanee.

Quando una persona è in squilibrio, la primavera può portarle allergie, raffreddori, influenza, congestioni, pigrizia e attaccamento.

ROUTINE PRIMAVERILE

1. Svegliatevi all’alba e sfruttate al massimo la vitalità stagionale;
2. Spazzolatevi i denti con un dentifricio a base di finocchio e pulitevi la lingua con lo strumento apposito (Jibbi)
3. Massaggiatevi con olio di sesamo o di girasole biologici per rivitalizzare la pelle.
4. Come prima bevanda della giornata preparatevi una tazza di acqua calda con zenzero e limone per stimolare la digestione ed eliminare il muco
5. I pasti dovrebbero essere caldi, leggeri e facili da digerire
6. Evitate di mangiare troppo e dormire durante il giorno
7. Andate a dormire prima delle 22 per garantirvi un riposo adeguato e potervi svegliare prima delle 6

 

ESTATE DAL 21 GIUGNO AL 21 SETTEMBRE

In Estate il fuoco è l’elemento più presente: ci sono maggior calore, secchezza e luminosità.

Queste qualità incrementano Pitta e via via che ci si inoltra nella stagione iniziano ad aggravare Vata.

Possono manifestarsi irritazioni cutanee, quali dermatiti, orticarie, eritemi etc...inoltre possono insorgere comportamenti alterati con addirittura esplosioni di aggressività.

Si possono riscontrare anche altri disturbi legati alla digestione e all’assorbimento degli alimenti: colite, diarrea etc...

ROUTINE ESTIVA

1. Spazzolatevi i denti con un dentifricio rinfrescante che contenga neem o menta piperita per eliminare Pitta dalla bocca;
2. Massaggiatevi delicatamente con olio di cocco a temperatura ambiente per nutrire e rinfrescare la pelle;
3. La vostra alimentazione dovrebbe essere costituita da sapori dolci, amari e astringenti, dev’essere leggera e facile da digerire;
4. E’ meglio evitare tutte le carni rosse (manzo, agnello e maiale) così come gli agrumi, i pomodori, l’aglio, la cipolla, i sapori pungenti e i latticini acidi e salati, tutti cibi che incrementano Pitta;
5. Bevete tisane rinfrescanti a base di menta piperita, liquirizia, nocchio e rosa;
6. Per puro piacere bagnatevi il viso con acqua di rose biologica;
7. Il picco massimo di Pitta si ha verso mezzanotte quindi è utilissimo andare a dormire almeno prima delle 23.

 

AUTUNNO DAL 21 SETTEMBRE AL 21 DICEMBRE

La stagione autunnale è dominata da Vata, l’elemento predominante è Aria, si hanno più leggerezza, secchezza e freddezza, questo periodo è ventoso, secco, asciutto ma anche umido.

I disturbi Vata aumentano e quindi aumentano la stitichezza, i dolori articolari, la secchezza cutanea, l’insonnia, la solitudine, la paura e la confusione.


Per il cambio di stagione l’antica saggezza indiana aiuta a rinforzare le difese naturali e a sentirsi meglio.


Stress fisico e mentale: un disturbo quasi inevitabile al rientro dalle vacanze e soprattutto nel cambio di stagione, quando dalle giornate con molte ore di luce e temperature alte, progressivamente si passa al tipico clima autunnale.

Mal di testa, stanchezza fisica, dolori alla schiena e alle articolazioni, insonnia, nervosismo, raffreddori e coliti, sono sintomi molto comuni.

Per prevenire questi disturbi senza ricorrere ai farmaci, ci si può affidare ai rimedi dell’ayurveda, l’antica saggezza indiana del benessere, basata sui cicli della natura e sulle caratteristiche costituzionali degli individui.

Si tratta di semplici regole che prevedono un’alimentazione sana, la pratica del massaggio e altri trattamenti da effettuare nei centri specializzati. Ecco come funziona l’ayurveda.

ROUTINE AUTUNNALE per equilibrare Vata

1. Svegliatevi alle 6 quando il mondo esterno è ancora calmo e immobile;
2. Pulite la lingua con l’apposito raschietto ayurvedico (Jibbi) per rimuovere le scorie accumulate durante il sonno;
3. Spazzolatevi i denti con una pasta dentifricia erboristica nutriente che contenga liquirizia o menta (piante che rinforzano le gengive);
4. Tenete in bocca dell’olio di sesamo (nutre la bocca, rinforza i denti e previene il ritiro delle gengive) caldo per 3 minuti (circa 50 ml);
5. Massaggiatevi (o chiamatemi :-) ) con olio di sesamo caldo che contrasta la tendenza stagionale a soffrire di secchezza, giunture scricchiolanti e tensione muscolare;
6. Iniziate la vostra pratica yoga con la respirazione a narice alternate (nadi shodana) per eliminare le tossine vata che limitano il sistema nervoso, la circolazione e i canali sottili;
7. Applicate sul terzo occhio e sulla gola fragranze intense come l’olio essenziale di vetiver o patchouly;
8. La vostra alimentazione dovrebbe includere alimenti caldi dal sapore dolce, delicatamente speziato, acido e salato per incrementare l’idratazione e farvi sentire ben nutriti e radicati;
9. A pranzo e cena scegliete cibi nutrienti come ortaggi cotti al vapore, zuppe etc...Evitate troppe insalate crude, bevande fredde, fagioli, cibi fermentati e lievito poichè creano aria e possono destabilizzare la digestione;
10. Al mattino mangiate un cucchiaino di chywanaprash per mantenere intatte l’energia e le difese immunitarie;
11. Se non dormite bene come al solito, se siete indisposti o stressati, prendete l’ashwagandha come tonico ricostituente;
12. L’inizio dell’autunno è il momento ideale per disintossicarsi e prepararsi ad accogliere l’inverno;
13. A fine giornata gustate una deliziosa tazza di latte fatto sobbollire con un pizzico di zafferano, noce moscata e cardamomo, coricatevi il più presto possibile e riposate almeno 8 ore;
14. E’ bene selezionare ed eseguire asana che contribuiscano a rafforzare il bacino, sede principale di Vata;
15. Evitare di vestirsi con indumenti scuri (nero, blu o marrone);
16. Svolgere attività serali leggere e distensive (la visone di un lm, la lettura di un bel libro o l’ascolto di una musica rilassante). Andare a letto al massimo alle 22.

 

INVERNO DAL 21 DICEMBRE AL 21 MARZO

La stagione invernale è caratterizzata da freddo, umido, nuvoloso e pesante, qualità simili a Kapha dominato dagli elementi Terra e Acqua.

E' una stagione di letargia e introversione, durante l’inverno la terra raccoglie al proprio interno tutte le energie. E’ un periodo di riposo, di conservazione e preparazione.

ROUTINE INVERNALE

1. In inverno va bene dormire un po’ di più, infatti rimanere nel letto al caldo vi aiuterà a rigenerarvi;
2. Lavate i denti con un dentifricio a base di cannella, chiodi di garofano e haritaki;
3. In inverno è utile tenere dell’olio di sesamo tiepido in bocca;
4. Massaggiatevi con olio di sesamo e poi fate una bella doccia calda;
5. Come prima bevanda della giornata sorseggiate acqua calda e zenzero con succo di limone e miele per rilassare l’apparato digerente, risvegliare l’appetito e favorire la motilità intestinale;
6. La vostra alimentazione dovrebbe includere cibi caldi, delicatamente speziati, leggermente salati e nutrienti per eliminare Kapha senza però aggravare Vata;
7. Al mattino mangiate un cucchiaino di chywanaprash (si trova nei negozi indiani o su internet) per mantenere intatte le energie e le difese immunitarie;
8. Preparatevi a trascorrere una serata rilassante. Prima di dormire potete bere un bicchiere di latte ben caldo speziato. La noce moscata favorisce il sonno.

 

Vuoi saperne di più? Accedi al video-corso completo cliccando sul pulsante "Scopri di più"

 

 

Ayurveda Online - P.IVA 03543290047
Corso Europa 136/4 Alba - CN
Tel. 392 0773636 Mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Attività professionale di cui la Legge 14 Gennaio 2013, N°4


©2022 Ayurveda Online